Larici d’estate

Nonostante i 36° gradi i Larici viaggiano bene ed è il momento di cimarli, le gemme sui nuovi germogli sono ben visibili per cui è semplice potarli sapendo da che punto germoglieranno l’anno successivo.

Mekiri su Pinus Thunbergii

Essendo questa una pianta in formazione il vigore dei nuovi germogli è molto sbilanciato per questo motivo l’intervento è stato suddiviso in 3 step cominciando prima col taglio dei germogli più deboli, dopo 1 settimana ho tagliato quelli medi e dopo 2 settimane ho eliminato i germogli più forti.

Questa diluizione nel tempo dei tagli (2 settimane tra il primo e l’ultimo taglio) genera un ritardo nello sviluppo delle nuove gemme che consente di riequilibrarne la forza e la lunghezza.

1° step: 08/07 – Taglio dei germogli deboli:

2° step: 15/07 – Taglio dei germogli medi e modellatura dei rami bassi:

3° step: 22/07 – Taglio dei germogli forti e modellatura completa dei rami:

Risultato della lavorazione che terminerà in autunno con il taglio degli aghi vecchi e lunghi lasciando (quasi) solamente i nuovi aghi corti su una ramificazione correttamente strutturata. Passaggio da un materiale grezzo ad un bonsai.

Margotta su radici di Carpino

Il nebari è una parte essenziale per un Bonsai, non può mancare o essere difettoso ed essendo una parte che si forma fin dalla nascita della pianta è molto difficile correggerlo o crearlo se manca.

In questo caso però visto che le radici sono aeree, la margotta è la tecnica che può aiutare a correggere il brutto piede di questo Carpino. Scortecciando ogni radice come se fosse il tronco principale si produrrà l’emissione di nuove radici fini